Niente più anatocismo.

Niente più anatocismo.

Il calcolo di quanto dovuto avverrà al 31 dicembre di ogni anno e non più in trimestri.

In arrivo la norma che obbligherà le banche a calcolare gli interessi passivi su base annuale. L’addebito degli interessi avverrà solo dopo 60 giorni dal termine di ciascun anno.

La norma, in fase di conversione in legge, è contenuta negli emendamenti approvati ieri dalla Camera e legati al dl banche.

La previsione di un unico conteggio annuale degli interessi sarà reciproca, in sostanza varrà sia per gli interessi passivi quanto per gli interessi attivi.

Il divieto di anatocismo verrà inoltre esteso alle carte di credito cosiddette “revolving”.

Il divieto di anatocismo è già contenuto nella “Legge di Stabilità” 2014 ma le banche stanno continuando ad applicarlo.

Il testo della norma del 2014 vincola, però, l’operatività del divieto all’emanazione di circolari attuative, non ancora emanate, da parte del CICR.

Molte sentenze hanno, però, ritenuto valido ed esecutivo quanto contenuto nella “Legge di Stabilità”.