Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Assegno divorzile alla moglie che rinuncia alla carriera per aiutare il marito

Legittimato l’assegno divorzile alla ex moglie che ha rinunciato alla carriera per aiutare il marito a laurearsi. Il coniuge richiedente che ha sopportato un sacrificio economico e professionale per l’altro, merita un intervento compensativo-perequativo, in considerazione della durata del matrimonio e dell’età. Lo ha stabilito la Cassazione con l’ordinanza 40385/21.

Per il Palazzaccio il ricorso è infondato perché l’apporto fornito dall’ex moglie alla famiglia aveva consentito al marito di laurearsi e di poter raggiungere una sistemazione lavorativa adeguata. Al contrario, invece, della ex moglie che, per fronteggiare tale impegno, aveva rinunciato a più alti livelli di impiego nel proprio settore lavorativo.

Il coniuge richiedente si trova rispetto all’altro in condizioni economico-patrimoniali deteriori per aver rinunciato a occasioni in senso lato reddituali, attuali o potenziali, e ha in tal modo sopportato un sacrificio economico-professionale, a favore dell’altro, che merita un intervento compensativo-perequativo, in considerazione della durata del matrimonio e dell’età del richiedente.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi