Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Autore: studio

Assegno divorzile alla moglie che rinuncia alla carriera per aiutare il marito

di studio

Legittimato l’assegno divorzile alla ex moglie che ha rinunciato alla carriera per aiutare il marito a laurearsi. Il coniuge richiedente che ha sopportato un sacrificio economico e professionale per l’altro, merita un intervento compensativo-perequativo, in considerazione della durata del matrimonio e dell’età. Lo ha stabilito la Cassazione con l’ordinanza 40385/21. Per il Palazzaccio il ricorso è…

Il pagamento tardivo del premio assicurativo non copre il pregresso

di studio

Lo ha dichiarato la Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 38216, respingendo il ricorso della proprietaria di un immobile che aveva stipulato, con una compagnia assicurativa, un contratto contro il rischio di incendio della casa. In definitiva, nel caso di mancato pagamento del premio assicurativo, una volta spirato il termine di cui all’articolo 1901 c.c.,…

Alloggi di edilizia pubblica: nessuna condanna per il genitore che occupa per garantire un tetto al minore.

di studio

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione con sentenza 46054/21 ha sancito che, lo stato di necessità di garantire l’alloggio al figlio minore giustifica l’occupazione illegale della casa popolare ma, solo per un pericolo attuale e temporaneo . Nel caso in esame, l’alloggio di edilizia residenziale veniva occupato invocando lo stato di necessità per…

Nessuna reintegrazione se il dipendente insulta il datore.

di studio

La sezione lavoro della Corte di Cassazione con ordinanza 38877/21 ha sancito che non vi è reintegrazione ma solo risarcimento se il dipendente offende il suo datore in quanto, gli aggettivi utilizzati contrastano con le normali regole che discendono dal rapporto di lavoro. Nel caso in esame, era stato valutato che gli epiteti utilizzati intralciavano…

Tifoso violento perde abbonamento alla partita e risarcisce la squadra

di studio

Non basta trattenere il corrispettivo pagato se è maggiore il danno subito da inadempimento dell’obbligo contrattuale del tesserato di non offendere e denigrare, è quanto afferma la Cassazione con l’ordinanza 35615/21. Per il comportamento violento, gli organi dell’ordinamento sportivo hanno inflitto alla società una sanzione pecuniaria dell’importo di 30 mila euro. Il Tribunale, inoltre, respinge…

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi