Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Chi cerca occasioni sui siti di incontro, rischia l’addebito della separazione.

E’ quanto afferma la Corte di cassazione che, con l’ordinanza n. 3879 del 16 febbraio 2021, ha respinto il ricorso di un marito inchiodato dalle transazioni on line prodotte dalla moglie in giudizio.

Il problema maggiore è quello di riuscire a fornire la prova del tradimento virtuale: Internet però lascia sempre qualche traccia e nella vicenda decisa, la Suprema Corte ha ritenuto pienamente valide le ricevute dei pagamenti fatti al sito ed alcune foto che documentavano la situazione. Non è stato quindi necessario dover dimostrare che ci fosse stata un’infedeltà conclamata o una relazione intrattenuta a livello fisico.

Gli Ermellini hanno condiviso appieno la decisione con la quale la Corte d’Appello di Venezia ha addebitato la separazione all’uomo.

Nello specifico, la moglie aveva documentato in giudizio una molteplicità di elementi che hanno convinto i giudici di merito, perché rappresentavano validi indizi dell’avvenuta infedeltà: si trattava di sms, di fotografie e, soprattutto, di ricevute di «pagamenti per siti di incontri online con donne», quindi la Suprema Corte ha confermato questo assunto, «ritenendo dimostrati nei contorni essenziali i fatti rilevanti e non plausibile la versione degli accadimenti data dal ricorrente».

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi