Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Concesso il beneficio al coniuge separato se perde la disponibilità della casa familiare.

Il coniuge separato può beneficiare del bonus sulla prima casa se perde, in favore del coniuge assegnatario, la disponibilità materiale e giuridica della casa di abitazione. E’ quanto afferma la Ctr Lazio con la sentenza n. 162/21, depositata dalla seconda sezione, la quale accoglie l’appello di un contribuente cui il fisco revocava le agevolazioni fiscali sulla prima casa.

L’abitazione, inizialmente, era stata assegnata all’altro coniuge, per cui il contribuente, non potendo utilizzare l’immobile, ne aveva acquistato un altro chiedendo di usufruire del beneficio. Pertanto l’istanza viene rigettata dal giudice e il verdetto muta con decisione della commissione regionale: il contribuente dimostrava, al momento dell’acquisto dell’immobile, di aver perduto la disponibilità dell’immobile acquistato a suo tempo con il coniuge separato.

Il contribuente, in virtù del provvedimento giurisdizionale del tribunale, assunto in sede di separazione, al momento dell’atto di acquisto dell’appartamento, possedeva i requisiti per accedere alle agevolazioni sulla prima casa, non possedendo un’altra casa di abitazione.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi