Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Concorso di colpa se il passeggero del veicolo coinvolto nell’incidente non indossava la cintura di sicurezza.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione nell’ordinanza depositata il 5 settembre 2022. La Suprema Corte ha rigettato il ricorso degli eredi del passeggero morto a seguito di un incidente stradale, i quali si erano visti ridurre il risarcimento dei danni a loro spettanti perché il trasportato (deceduto) era stato rinvenuto all’interno della vettura privo della cintura di sicurezza. Il risarcimento a carico della società assicuratrice infatti va ridotto a titolo di concorso di colpa, a seguito del nesso causale tra la colposa omissione del passeggero e il trauma cranico riscontrato. Il mancato utilizzo del dispositivo di sicurezza fa si che rimanga il nesso causale tra lesione e sinistro ma il rimborso va ridotto.

Open chat