Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

FALSA ATTESTAZIONE ANCHE IN CASO DI SCAMBIO DI CARTELLINI TRA DIPENDENTI.

La terza sezione penale della Corte di Cassazione con sentenza n. 36711/21 ha sancito che, scatta la condanna anche se il dipendente, non timbrando personalmente il badge non ha causato alcun disservizio alla Pubblica Amministrazione. Nel caso in esame, il dipendente di un’azienda ospedaliera veniva condannato per falsa attestazione perché, era solito scambiare il cartellino con un collega e secondo il gup non si integrava il reato di falsa attestazione in quanto, oltre alla condotta illecita era necessario recare un disservizio a causa della sua concreta assenza. La Cassazione, uniformandosi a quanto sancito dalla Corte d’Appello, ha ribaltato l’assoluzione sancendo che, il dipendete è responsabile anche per il solo scambio del badge anche in essenza di un vero e proprio disservizio e, pertanto, si esclude la punibilità per la particolare tenuità del fatto. In reato, infatti, si consuma per il solo fatto di aver delegato un altro soggetto alla timbratura del badge, a prescindere dal danno provocato all’azienda ospedaliera.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi