Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Frode da parte della società: legittimo il sequestro dell’hard disk.

Lo ha stabilito la terza sezione penale della Cassazione con la sentenza 24885/21, con la quale ha chiarito che gli elementi raccolti dalla Guardia di Finanza durante la verifica fiscale sono utilizzabili per l’accertamento a prescindere dalla regolarità della loro acquisizione. Ciò perché nelle materie di loro competenza, svolgono funzioni di polizia giudiziaria e di polizia amministrativa. Nel caso di specie, la società interessata, aveva denunciato il fatto che il sequestro dell’hard disk era avvenuto illegalmente, ovvero attraverso l’accesso abusivo, ed inoltre, il manager aveva rifiutato di consegnare la password durante l’accertamento, perciò, i documenti informatici, a detta della società, risultavano essere inutilizzabili. I Supremi Giudici perciò hanno chiarito che “in materia di illeciti tributari, sono sempre utilizzabili quale notitia criminis
gli elementi raccolti dalla Guardia di finanza durante gli accessi, le ispezioni e le verifiche compiuti per l’accertamento dell’imposta sul valore aggiunto e delle imposte dirette, a prescindere dalla regolarità formale della loro acquisizione, in quanto a tali attività non è applicabile la disciplina prevista dal codice di rito per l’operato della polizia giudiziaria e quanto alle supposte modalità illecite”

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi