Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

FRODE FISCALE: CONCORSO DEL CONSULENTE CHE INCITA L’ILLECITO TRIBUTARIO.

La Corte di Cassazione con sentenza 14202 del 15 aprile 2021, respingendo il ricorso di un professionista accusato di frode ed evasione fiscale in concorso con un imprenditore suo cliente, ha sancito che il consulente fiscale può essere condannato per aver ispirato in maniera concreta e consapevole l’illecito, essendo un punto di riferimento per dipendenti e terzi. La quarta sezione penale della Cassazione ha reso definitiva la condanna in quanto, affinché di configuri il concorso del consulente nel reato tributario, è sufficiente il contributo seriale e ripetitivo di quest’ultimo e, che abbia coscientemente ispirato la frode, seppur a beneficio del cliente. Il concorso, dunque, può essere morale ma anche materiale, restando fermo l’obbligo del giudice di merito dimostrare la sussistenza di una reale partecipazione, precisandone la forma, in rapporto di causalità con le attività poste in essere dai concorrenti.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi