Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Il giudice deve sempre valutare ed esaminare la CTU.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 18956 del 5 luglio, con la quale ha accolto il ricorso della parte che chiedeva l’esame della consulenza disposta con ordinanza. I Supremi Giudici hanno chiarito infatti che, rientra nelle facoltà del magistrato quella di selezionare dall’istruttoria, i dati ritenuti rilevanti e quelli da porre a fondamento del proprio convincimento, ma non è consentito allo stesso di negare il fatto storico dell’essere stata espletata la consulenza. Infatti, ciò dimostra che il giudice non ha proprio preso in considerazione il dato storico che essa sia stata effettuata, e non che non è stata ritenuta convincente. Dunque, non è consentito ignorare la consulenza come se la stessa non fosse mai stata effettuata, ma è opportuno sempre che il magistrato valuti ed esamini la stessa, e solo se ritenuta non convincente può ignorarne l’esito.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi