Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Il maestro violento incastrato dalle telecamere nascoste risponde di maltrattamenti.

Lo ha stabilito la sesta sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza 24462/21, con la quale è stato chiarito che, se il maestro assume un atteggiamento che trapeli una volontà maltrattante, ad incastrarlo sono sufficienti anche brevi frammenti. I Giudici di merito, avevano in realtà assolto il maestro dal reato di maltrattamenti riqualificando le condotte contestate nel reato di percosse, non ritenendo i filmati che hanno registrato il comportamento del maestro, significativi di abitualità perché riguardanti solo una frazione temporale rispetto alle ore totali di videoripresa. Il Procuratore generale ha dunque proposto ricorso, sostenendo che, anche le quotidiane umiliazioni e vessazioni psicologiche, reiterate ogni giorno dal maestro, possono far scattare il reato di maltrattamenti, considerando anche la vulnerabilità dei soggetti passivi. I Supremi Giudici hanno accolto il ricorso, ricordando che è compito del maestro quello di creare un ambiente sereno, per favorire l’apprendimento dei minori affidati alla sua cura, perciò, un comportamento aggressivo da parte dell’educatore risulterebbe decisamente diseducativo ed inadeguato.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi