Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

IL PADRE NON PUO’ IMPEDIRE ALL’EX MOGLIE INFEDELE DI VEDERE I FIGLI.

La sesta sezione penale della Corte di Cassazione con sentenza 22086/21 ha sancito che , non può essere assolto il padre che impedisce da diverso tempo all’ex moglie di incontrare le figlie soltanto perché intratteneva una relazione extraconiugale con un altro uomo, nonché fratello dell’imputato. La Corte di Cassazione annulla con rinvio la sentenza della Corte d’Appello che, assolveva l’imputato dal reato ex art. 574 c.p. sottraendo persone incapaci alla madre, con la quale condivide la responsabilità genitoriale, per il solo fatto di aver scoperto la sua relazione sentimentale. Nel caso di specie, la Cassazione afferma che l’atteggiamento assunto dal padre è da considerarsi vera e propria pressione psicologica finalizzata ad impedire gli incontri della madre con le figlie che, a parere del padre, mostravano disinteresse verso la madre. Pertanto, secondo la Cassazione, l’iter seguito dalla Corte d’Appello è viziato, non potendo fondare il giudizio di assoluzione sul rapporto conflittuale tra i coniugi generato dalla relazione della ex e, inoltre, l’infedeltà della donna non è idonea a legittimare l’imputato ad intralciare i rapporti madre-figlie.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi