Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

La polizia può eseguire l’alcoltest se l’avvocato del conducente non è presente.

Lo ha sancito la sesta sezione civile della Corte di Cassazione con ordinanza 28/2021 del 7 gennaio, secondo cui è da escludere che gli agenti di polizia debbano attendere per effettuare l’alcoltest, essendo però tenuti ad avvisare il conducente della facoltà di farsi assistere dal legale.

Pertanto, l’accertamento della guida in stato d’ ebrezza ex artt. 186 Cds e 179 del regolamento di esecuzione Cds, costituisce un atto urgente ed inderogabile della polizia. Pertanto, l’avvocato può essere presente alla prova senza diritto ad essere preventivamente avvisato, in quanto la polizia deve soltanto avvisare la persona soggetta alle indagini della facoltà di farsi assistere dal legale ex artt. 354 e 356 Cds.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi