Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

L’adozione del minore non viene esclusa anche nel caso di disponibilità dei parenti entro il quarto grado.

Lo ha sancito la Cassazione nell’ordinanza n. 29424/20 del 23 dicembre,in merito ad una vertenza avente ad oggetto la legittimazione di una nonna e di una zia alla cura dei nipoti minorenni, dichiarati, invece adottabili dal Tribunale per i minorenni.

La Suprema Corte ha stabilito, infatti, che, in caso di comportamenti pregiudizievoli dei genitori, per escludere lo stato di abbandono dei minori, occorre un comportamento effettivo ed attivo dei parenti entro il quarto grado volto ad impedire un’influenza negativa dei genitori sul bambino, sottolineando dunque che non basta una semplice disponibilità verbale degli stessi alla cura ed educazione dei bambini, ma necessita la sussistenza di un rapporto significativo tra il/i minori e i parenti che abbiano la disponibilità.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi