Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Le verifiche fiscali non sono tenute a notificare i verbali del contraddittorio.

L’amministrazione finanziaria, al fine di controllare i corretti adempimenti dei contribuenti, si avvale di una serie di poteri istruttori e di controllo. La finalità di questi controlli è quella di verificare se da parte del contribuente siano stati compiuti atti idonei a determinare l’occultamento di profitti, di costi fittizi, piuttosto che di documenti falsi. A sancirlo è la Cassazione con l’ordinanza n. 8691/21, pubblicata dalla sezione tributaria, la quale accoglie il ricorso delle Entrate contro una s.r.l.
In questo caso si è realizzata una fattispecie partecipativa effettiva con rispetto sostanziale del diritto al contraddittorio e del diritto di difesa, che ha consentito alla contribuente di esporre le proprie ragioni e di allegare della documentazione utile. Accolto il ricorso e con rinvio la sentenza.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi