Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Niente diffamazione per il giornalista che, per denunciare i favoritismi nella gestione degli appalti pubblici, si avvale di uno scritto anonimo.

Lo ha stabilito la quinta sezione penale della Cassazione con la sentenza n. 24818/21, depositata il 24 giugno. Nel caso di specie il giornalista in questione aveva pubblicato un articolo in cui denunciava favoritismi nella gestione degli appalti pubblici, e perciò era stato accusato di diffamazione da colui che risultava essere il responsabile di tali favoritismi a detta del giornalista. La Corte d’Appello però assolveva lo stesso dal reato di diffamazione e sosteneva che nulla poteva essere imputato al giornalista dal momento che, innanzitutto sussiste l’esimente del diritto di cronaca giornalistica ed inoltre lo stesso prima della pubblicazione aveva controllato le fonti e la veridicità delle stesse. Anche i Supremi Giudici hanno confermato tale decisione chiarendo che il giornalista si era avvalso dello scritto anonimo perché le informazioni “lasciavano ragionevolmente ritenere la probabile fondatezza di quanto riportato o perlomeno la parvenza di veridicità riguardo ai favoritismi descritti”, inoltre il professionista, aveva abbondantemente verificato la «plausibile veridicità» delle notizie riportate nell’articolo e le ha pubblicate «ritenendone in buona fede l’autenticità». Non vi era dunque alcuna volontà di fare scoop da parte del giornalista, anzi lo stesso pur avendo lo scritto anonimo da tempo aveva deciso di non renderlo pubblico immediatamente ma solo dopo essersi confrontato con chi di dovere sull’opportunità della divulgazione dello stesso.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi