Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Non condannato l’automobilista dopo aver investito il ciclista.

E’ quanto avvenuto al conducente che non ha avuto il tempo e modo di avvistare il ciclista che correva e superava a destra l’autotreno, compiendo anche un’infrazione al codice della strada. Lo afferma la Cassazione con la sentenza 37717/21 che accoglie il ricorso del conducente, accusato di lesioni personali colpose ai danni di un ciclista.

Per la quarta sezione, al di là dal fatto che per il ciclista il semaforo fosse verde o rosso, l’elevata velocità con la quale affrontava un incrocio, con l’evidente possibilità che altri veicoli transitassero dallo stesso impegnando la corsia di transito del velocipede, pone il problema di accertare se il ricorrente avesse il tempo di rendersi conto del sopraggiungere della bicicletta, che procedeva a velocità elevata e che, nel superare a destra l’autotreno violava il codice stradale. Parola al giudice di rinvio.

Open chat