Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Regala smartphone e IPad al figlio ma non versa assegno di mantenimento.

Non si sottrae alla condanna il genitore che viola gli obblighi di assistenza familiare, omettendo di versare sistematicamente l’assegno alla prole e affidandosi, inoltre, alla clemenza del giudice solo perché fa regali significativi. Lo ha sancito la Cassazione che, con la sentenza n. 9516/21, depositata dalla sesta sezione penale, respinge il ricorso di un uomo, accogliendolo limitatamente alla concessione delle attenuanti generiche.

Per il ricorrente, l’inadempimento non era volontario, ma dovuto alle difficoltà finanziarie; purtroppo, però, non è riuscito a fornire una documentazione utile a provare «l’impossibilità assoluta, tale da integrare una situazione di persistente, oggettiva e incolpevole indisponibilità di introiti». La Corte di Appello condannava l’uomo a 4 mesi di carcere per non aver versato i 700 euro di mantenimento alla figlia minore.

Tenendo conto delle dazioni in favore dei figli sotto forma di acquisti di beni (cellulari e IPad) o del pagamento di spese dentistiche», il giudice di seconde cure ha ritenuto «non modificabile unilateralmente l’obbligo impostogli dal giudice con forme sostitutive, posto che l’assegno ha la funzione di assicurare alla persona destinataria le esigenze primarie per il suo mantenimento». Pertanto, il Collegio annulla la sentenza con rinvio alla sanzione.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi