Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

REVOCATO IL DECRETO INGIUNTIVO SE LA BANCA NON SPECIFICA L’ENTITA’ DEL CREDITO.

La Corte di Cassazione con ordinanza 10260/21, rigettando il ricorso di una banca contro la sentenza di secondo grado, ha sancito la revoca dell’ingiunzione di pagamento nel caso in cui l’istituto di credito non specifica nella domanda interessi e sorta capitale. Nel caso in esame, l’ingiunzione era stata proposta nei confronti di una donna, fideiussore di una società, di cui era amministratrice insieme alla figlia ed il marito. La Corte d’Appello, rigettava l’appello principale in quanto, la banca non aveva specificato il credito azionato. La Cassazione, conferma la pronuncia del giudice di secondo grado, secondo cui, in virtù della documentazione depositata in atti dalla banca, non rendeva possibile desumere l’entità della pretesa creditoria a titolo di sorta capitale ed interessi, non avendo assolto all’onere probatorio di indicare l’entità della pretesa stessa.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi