Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Tag: assegno

No al mantenimento alla ex ricca anche se inabile.

di studio

La Corte di Cassazione con ordinanza 14161/22, depositata il 4 maggio, ha sancito che, non spetta l’assegno di divorzio alla ex se, quest’ultima, pur essendo invalida, risulta essere abbiente rispetto all’altro. Nel caso di specie, veniva riconosciuto, in primo grado, il sussidio economico in favore della ex in quanto, a causa della parziale invalidità, era…

No all’assegno divorzile per la piccola professionista.

di studio

La Corte di Cassazione con ordinanza 2811/22 ha sancito che la ex moglie, piccola professionista, non ha diritto al mantenimento anche se il marito è ricco e, dopo la separazione vi sia un divario circa il tenore di vita. La Cassazione, è tassativa nell’escludere la valutazione dello stile di vita goduto in costanza di matrimonio…

Assegno di mantenimento anche se la ex convive con altro uomo.

di studio

La Corte di Cassazione con ordinanza 618/2022 ha sancito che la ex conserva l’assegno di mantenimento anche convivendo con un altro uomo, pur riducendosi in caso di pensionamento dell’altro coniuge. Nel caso in esame, l’uomo era stato condannato dal tribunale inglese al versamento dell’assegno di cui chiedeva la revoca in quanto l’ex conviveva. secondo la…

Assegno divorzile alla moglie che rinuncia alla carriera per aiutare il marito

di studio

Legittimato l’assegno divorzile alla ex moglie che ha rinunciato alla carriera per aiutare il marito a laurearsi. Il coniuge richiedente che ha sopportato un sacrificio economico e professionale per l’altro, merita un intervento compensativo-perequativo, in considerazione della durata del matrimonio e dell’età. Lo ha stabilito la Cassazione con l’ordinanza 40385/21. Per il Palazzaccio il ricorso è…

Stop al mantenimento della figlia che non lavora e non studia.

di studio

La Cassazione dice stop all’assegno in favore dei figli adulti che non vogliono né lavorare né studiare. E ciò perché il mantenimento non persegue una funzione assistenziale incondizionata dei giovani disoccupati. È quanto affermato dalla Suprema corte che, con l’ordinanza numero 18785 del luglio 2021, ha respinto il ricorso di una mamma che chiedeva all’ex…

Open chat