Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Tag: CortediCassazione

È considerato consumatore il professionista che indica la partita Iva nel contratto.

di studio

Le norme a tutela del consumatore si applicano anche all’imprenditore o al professionista che, nel concludere un contratto per soddisfare esigenze della vita quotidiana ed estranee all’attività lavorativa indica il numero di partita iva. Lo ha affermato l’ordinanza 6578/21, pubblicata dalla terza sezione civile della Cassazione: anche il notaio va tutelato come consumatore. Non conta…

Emergenza COVID-19 e nessuna riduzione dell’assegno di mantenimento.

di studio

Non scatta la riduzione dell’assegno di mantenimento che il genitore deve garantire ai figli nonostante la contrazione dello stipendio dovuto alla Cassa integrazione Covid. E’ ciò che afferma il Tribunale di Torino che, con la sentenza n. 1224/21, depositata dalla settima sezione civile, respinge la domanda di un uomo che citava in giudizio l’ex moglie.…

Spetta provvigione al mediatore anche senza incarico espresso.

di studio

Lo ha stabilito la seconda sezione civile che, con l’ordinanza 7029/21 pubblicata oggi, ha affermato che l’accertamento dell’esistenza del rapporto di causalità tra conclusione dell’affare e attività svolta dal broker si configura come una questione di fatto. La Corte Distrettuale ha erroneamente escluso al ricorrente il diritto alla provvigione solo sul fatto che la proprietaria…

Divieto di licenziamento in tempo di Covid anche per i dirigenti.

di studio

Scatta la reintegra del manager per nullità virtuale: il provvedimento espulsivo risulta contrario a norme imperative. È quanto emerge dall’ordinanza pubblicata il 26 febbraio dalla sezione terza lavoro del tribunale di Roma (giudice Dario Conte; cfr. “Il blocco dei licenziamenti al tempo del Covid-19” e “Condizionalità e ipotesi di esclusione del blocco dei licenziamenti: molto…

Mutato il mantenimento del minore a carico del genitore divorziato causa Covid-19.

di studio

Da quanto emerge dalla sentenza 165/21, pubblicata dalla sezione civile del tribunale di Prato (giudice Marco Valecchi): retroagisce la rideterminazione dell’assegno all’inizio del lockdown, quando la crisi economica è iniziata. Il padre si assicura la rideterminazione del contributo economico per il figlio grazie alla dichiarazione dei redditi prodotta agli atti: negli anni 2017 e 2018…

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi