Avvocato Simone Labonia - Cassazionista |    via F. Gaeta, 7 84129 - Salerno (SA) | C.f. LBNSMN73D01F839T | P. Iva 03438870655

Violenza domestica: no alla tenuità del fatto in caso di stress post traumatico della vittima.

La terza sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza 35969/21 ha sancito l’esclusione della tenuità del fatto se, dopo l’aggressione, la vittima subisce uno stress psicologico e, non soltanto perché la persona offesa reagisce per evitare il reiterarsi del comportamento aggressivo nei suoi confronti. Nel caso in esame, l’imputato proponeva ricorso in Cassazione per la non applicazione dell’attenuate ex art. 609 bis cp in quanto, il fatto che la donna si fosse difesa con un coltello, delinea la non totale perdita della libertà della vittima. In tal caso, l’attenuante non può essere concessa in virtù della reiterata condotta e dello stress cagionato alla vittima; pertanto, la reazione violenta della persona offesa aveva lo scopo di evitare la reiterazione della condotta brutale e, le conseguenze subite dal reo non rilevano ai fini dell’attenuante del fatto di minore gravità.

Open chat

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi